Lo studio Metalogo offre, oltre ad interventi di tipo psicologico e/o pedagogico clinico, anche l’opportunità di azioni integrate fra gli ambiti professionali.

L’esperienza lavorativa di questi anni ci ha resi consapevoli del bisogno diffuso da parte della possibile utenza, di orientarsi circa le modalità con cui si opera nel settore delle professioni che vanno in aiuto alla persona. Questa riflessione ci ha spinto a concordare l’offerta del primo incontro gratuito: chiedere informazioni e chiarimenti, per iniziare ad orientarsi nella propria difficoltà, non è un passo semplice, vogliamo riconoscere l’importanza di ciò e supportare la persona, sopratutto in questo momento di crisi economica, almeno in questo importante passaggio.

Coppia – Famiglia:
I cambiamenti mettono in crisi la rete stabile delle relazioni e non sempre all’interno del sistema familiare o di coppia si è in grado di attivare le idonee risorse per far fronte al momento di transizione.

Autostima:
Si radica su una miscela di elementi che vanno dalla sicurezza alla consapevolezza, dalla fiducia nelle proprie capacità e all’accettazione dei propri limiti.

Autonomia e coscienza di se’:
La consapevolezza di sè distingue l’essere umano da tutte le altre forme di vita, maggiore è la coscienza di sè, migliore sarà la relazione con se stessi e col mondo esterno.

Disturbi d’ansia e attacchi di panico:
Un minimo d’ansia risulta funzionale alla sopravvivenza, quando invece supera un certo livello può diventare una difficoltà che ci mette in crisi nelle relazioni e nella vita quotidiana, fino a mettere la persona nell’impossibilità di compiere un’azione, con evidenti segnali psico-fisici.

Disturbi alimentari:
Anoressia e bulimia sono certamente le forme più note ed evidenti di disturbi alimentari legati a contesti di relazione non equilibrati.

Difficoltà di apprendimento:
comprendono i DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) e tutto il vasto panorama di disagi che rendono faticoso l’apprendimento in genere, pur non essendo certificati.

Disagio psico-fisico:
Comprende il vasto panorama delle difficoltà che congiungono il corpo alla sfera emotiva: si va dalle somatizzazioni agli attacchi di panico, dall’enuneresi all’encopresi, dalle difficoltà di addormentamento ai risvegli notturni, dalle forme di autolesionismo alla dispercezione corporea, solo per citare alcuni esempi.

Genitorialità-educazione:
La genitorialità è una funzione che risulta parzialmente istintiva, parzialmente acquisita dai modelli interiorizzati in famiglia da piccoli e parzialmente frutto di esperienze e cultura. Possiamo parlare di competenze genitoriali ed educative, quindi di comportamenti e modalità che possono essere ridiscussi e modificati all’occorrenza.

Traumi psicologici:
Ricerche recenti mostrano come il concetto di trauma si estenda a tutte quelle situazioni in cui il soggetto è stato esposto a eventi che hanno modificato il modo soggettivo di percepire, conoscere e assimilare le esperienze vissute, compromettendo in modo apparentemente irrimediabile, il funzionamento psichico attuale.

Lutto complesso:
Difficoltà nell’elaborazione della perdita che va oltre i tempi fisiologici, accompagnata dall’insorgere di stress traumatico.

Share On